Auto elettrica, indiani e cinesi sono i più interessati all’acquisto

La società internazionale di consulenza Deloitte ha proposto un interessante studio sull’acquisto delle auto elettriche: i risultati sono molto soprendenti. Infatti si poteva immaginare che i clienti più interessati all’acquisto di questo particolare tipo di vettura, fossero gli europei, dato che molte nazioni stanno provvedendo ad installare una rete di supporto alle vetture elettriche molto importante. Ed invece le vetture elettriche colpiscono maggiormente il mondo Orientale: lo studio Deloitte mostra come il 59% degli automobilisti indiani e il 50% di quelli cinesi sia interessato ad acquistare una vettura elettrica. Numeri altissimi, sempre ad oriente (ma stavolta più vicino all’Europa) con gli automobilisti della Turchia che col 40% si piazzano al terzo posto. Marco Martina, responsabile italiano del settore auto della Deloitte, però ci tiene a spiegare una particolarità del sondaggio. “La grande maggioranza degli intervistati si attende un’autonomia di 320 chilometri, ma i veicoli elettrici attualmente disponibili sono in grado di assicurare una percorrenza media di soli 160 chilometri tra una ricarica e l’altra”. Questo tipo di particolarità è forse più conosciuto dagli europei, che infatti offrono percentuali molto basse: tedeschi (9%), belgi (7%), francesi (5%) non sembrano molto interessati. Uno dei problemi riconosciuti dagli automobilisti è la durata della ricarica: i tempi di ricarica infatti sarebbero troppo lunghi con delle prese classiche (dalle sei alle otto ore), tempi che comunque si abbassano notevolmente con le prese ad alta potenza.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.