Toyota e Lexus, campagna di richiamo per 550.000 esemplari

E’ decisamente una annata pessima per la Toyota: l’azienda giapponese chiude l’anno con una nuova campagna di richiamo. Dopo aver effettuato una grandissima campagna di richiamo, da 1.7 milioni di vetture, adesso tocca ad una nuova campagna, seppur dalle dimensioni “minori”. Si tratta di una campagna di richiamo che coinvolgerà circa 550.000 auto giapponesi, sia del marchio Toyota che del marchio Lexus, il brand premium dell’azienda giapponese. Le vetture sono state vendute in gran parte negli Stati Uniti (circa 420.200 vetture), mentre una restante parte è stata localizzata in Giappone (38.057 esemplari) e nel resto dell’Asia (14.000 auto circa). Dunque ad un primo esame l’Europa, e dunque l’Italia, rimane esclusa da questa campagna di richiamo. Stavolta la campagna di richiamo servirà a controllare il funzionamento dello sterzo: pare che ci possa essere una puleggia difettosa, appartenente all’albero motore a benzina sei cilindri, che dovrebbe interferire col funzionamento della pompa del servosterzo. Ovviamente mettendo sotto sforzo lo sterzo il problema potrebbe saltare fuori e si tratterebbe in una disfunzione molto pericolosa. Al momento – spiegano da Toyota – il malfunzionamento dello sterzo non ha causato nessun incidente; i proprietari delle vetture interessate a questa campagna di richiamo verranno al più presto contattati ed invitati a recarsi nella sede Toyota più vicina per effettuare dei controlli approfonditi.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.