Stabilimento di Termini Imerese: trovato l’accordo con DR Motor

Proseguono positivamente le trattative fra la DR Motor e le organizzazioni dei lavoratori dello stabilimento di Termini Imerese, ex Fiat. Le trattative si sono svolte nelle sale del Ministero dello Sviluppo Economico e al momento la Fiom risulta esclusa, dato che ha deciso di non partecipare. L’associazione sindacale deciderà in questi giorni se firmare: il nodo in casa Fiom riguarda i lavoratori che stanno raggiungendo i requisiti per andare in pensione. La Fiat – che passerà di mano lo stabilimento siciliano – non ha dato sufficienti garanzie sugli incentivi alla mobilità di questi lavoratori, dunque la Fiom si riserva qualche altro giorno per accettare l’offerta di DR Motor. Massimo Di Risio, l’imprenditore che sta per rilevare lo stabilimento, si è detto molto soddisfatto dell’accordo raggiunto con le altre parti sindacali: infatti è stata ratificata la bozza del passaggio di consegna delle attività produttive dello stabilimento di Termini Imerese, che passerà dunque dalla Fiat alla DR Motor di Di Risio. Si attendono le firme degli altri soggetti coinvolti, a partire da Fiat e passando per la Regione Sicilia. L’intesa finale dovrebbe arrivare questa settimana, infatti mercoledì 16 novembre le parti si incontreranno nuovamente al Ministero dello Sviluppo Economico. I più fiduciosi ritengono che l’intesa potrebbe essere raggiunta già in questa occasione. I sindacati che hanno già ratificato l’accordo sono molto soddisfatti, il nuovo piano lavorativo prevederà la produzione di 60.000 vetture l’anno e il riassorbimento entro il 2016 di 1312 lavoratori.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.