Riccardo Nencini: “Incidenti stradali? Riorganizziamo le città”

nenciniIl vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, è intervenuto nei giorni scorsi a Roma, dove ha chiuso i lavori della conferenza PIN talk – Road Safety Toward 2020. Un evento internazionale sulla sicurezza stradale, che è stato organizzato in Italia in concomitanza col semestre di presidenza italiana dell’Ue. Nencini ha fatto una dichiarazione molto importante: per combattere al meglio la lotta agli incidenti stradali, potrebbe essere utile una nuova organizzazione all’interno delle città. Con una diversa logistica del sistema organizzativo metropolitano, spiega Nencini, potremmo aumentare il livello di sicurezza stradale, magari modificano – ad esempio – l’orario di lavoro o quello delel scuole. Ma un punto molto importante per Nencini è quello dell’educazione stradale: bisogna educare i bambini sin dai primi anni di vita. “Bisogna favorire l’insegnamento e la formazione nelle scuole, anche con campagne che abbiano un approccio più crudo” aggiunge il vice ministro. Un provvedimento che fa discutere è quello che prevede l’utilizzo delle corsie preferenziali per chi va in bici. “E’ un provvedimento che altrove in Europa è già attuato da tempo” spiega Nencini. Un provvedimento però che sta facendo discutere e non poco, l’auspicio del vice ministro è quello che possa essere presto attuato anche nel nostro Paese.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.