Rc auto scaduta, possibile fruire dei 15 giorni di tolleranza

rc auto

I costi sempre più elevati dei premi assicurativi spingono molte persone a non sottoscrivere la polizza auto o a farlo in ritardo, per concedersi una quota di risparmio

Polizze all’insegna della convenienza: cercatele con i comparatori online

Per motivi diversi può capitare di aver dimenticato la scadenza dell’assicurazione dell’auto.

Il codice della strada impone a chi circola sulle strade italiane di viaggiare solo nel caso in cui si è sottoscritta una polizza Rc auto, a copertura della responsabilità civile verso terzi.

Ma è sufficiente una dimenticanza, che si protrae per più di 15 giorni, per dover pagare di tasca propria multa e sanzione accessoria nel caso in cui si venga pescati a circolare senza copertura assicurativa.

Dal 1° gennaio del 2017 a chi viene sorpreso a viaggiare in auto senza la regolare dotazione assicurativa, o con polizza scaduta, viene comminata una multa che varia dagli 841 ai 3.287 euro.

Multa aggravata dalla sanzione accessoria del sequestro amministrativo del veicolo da parte di chi ha accertato l’infrazione, con successivo deposito dell’auto in un luogo chiuso al pubblico passaggio.

La tolleranza dei 15 giorni per chi ha dimenticato di rinnovare la Rc auto

Sottoscrivere una polizza auto è un obbligo di legge e dimenticare la scadenza assicurazione comporta un’assunzione di responsabilità.

Quel che è certo è che la legge si riserva un po’ di benevolenza se non sono ancora trascorsi i cosiddetti ’15 giorni di tolleranza’ dopo la scadenza della Rc auto.

In pratica se l’automobilista dopo un eventuale controllo da parte delle forze dell’ordine risulta sprovvisto del rinnovo della polizza, ma non si è ancora andati oltre le ore 23:59 del quindicesimo giorno successivo a quello di scadenza del premio, la salvezza è assicurata.

Nel caso in cui siano stati superati i 15 giorni dalla scadenza della Rc auto se si commette un’infrazione, o ancor peggio si provoca un sinistro, si dovrà pagare di tasca propria l’ammontare dei danni procurati a terzi, perché la compagnia assicurativa non rimborserà neppure un euro.

Il periodo di tolleranza offre anche un periodo di tempo entro il quale decidere di assicurarsi presso un’altra compagnia, soprattutto se il cambio consente di risparmiare sui costi della polizza.

Cambiare compagnia, confrontando le offerte presenti sul mercato in termini di costi e garanzie, può consentire al proprietario della vettura di cambiare ottenendo una polizza più conveniente.

Costo Rc Auto

A fronte dei costi delle Rc Auto, sempre troppo elevati per le tasche degli italiani, non sono pochi quelli che giocano sui 15 giorni di tolleranza per procrastinare il pagamento del premio e risparmiare. Ma se per un qualsiasi inconveniente si arriva allo scadere del periodo di limbo, e non si fa in tempo a rinnovare la polizza, i guai si presentano senza sconti di sorta.

Per garantirsi una polizza adeguata e conveniente può essere utile fruire delle informazioni offerte dai siti di comparazione, realtà di successo come ComparaSemplice.it, che propongono tutta una serie di soluzioni, fra cui scegliere quella adeguata e concedersi un interessante risparmio.

I costi delle Rc auto, dopo alcuni anni di flessione, stanno risalendo come dimostrano i dati del secondo periodo del 2018, aggiornati al 30 settembre.

L’aumento su scala nazionale tocca quota +1,4%, con costi più elevati nelle regioni del nord e del centro Italia.

About Redazione 291 Articoli
Articoli scritti a più mani dalla redazione di Motoeauto.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.