Rc auto, occhio alle compagnie fantasma

rc-autoSappiamo bene quanto possa costare mantenere la propria auto, fra le spese più gravose c’è senza dubbio quella dell’assicurazione rc auto. I prezzi si sono enormemente gonfiati negli ultimi anni e, parallelamente all’aumento della crisi, hanno portato ad alcune scelte piuttosto discutibili. C’è infatti chi non ha i soldi per pagare la propria polizza rc auto, ciò nonostante continua a guidare la propria vettura. E poi c’è chi prova a sfruttare la crisi, creando compagnie fantasma: è questo l’allarme lanciato dall’Ivass, l’autorità che vigila sulle assicurazioni. Dall’Ivass infatti fanno sapere che sono sempre di più le compagnie fantasma in Italia: si parla di almeno 100 unità, davvero tante. Una delle più “diffuse”, è quella di matrice inglese: la W.R. Berkley Insurance Limited. E’ una compagnia realmente esistente, nativa della Gran Bretagna ed attualmente abilitata ad operare in Italia, ma non per la responsabilità civile auto obbligatoria. Qualcuno sta usando il nome di questa assicurazione britannica per spillare soldi agli italiani, offrendo una polizza assicurativa a prezzi molto bassi, ma si tratta di carta straccia: queste polizze infatti non valgono niente. Avere una polizza assicurativa falsa è un problema molto grave: in primo luogo, si rischia una pesante multa di 841 euro, oltre al sequestro del mezzo. In caso di incidente inoltre, l’automobilista trovato in possesso di una polizza falsa, dovrà risarcire di tasca propria i danni causati. Prima di firmare una polizza assicurativa, è bene dunque informarsi: sul sito dell’Ivass è possibile infatti scoprire la lista delle case assicurative operanti in Italia, nonchè la lista nera, che contiene tutte le compagnie fantasma già smascherate.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.