La Suzuki richiama 280.000 Suzuki Swift

Il 2010 è stato un anno molto intenso per quello che riguarda le campagne di richiamo delle autovetture: tante le marche coinvolte, tanti i tipi di problemi, che hanno costretto le case automobilistiche a richiamare tantissimi esemplari, in tutto il mondo. Adesso è il turno dell’azienda giapponese Suzuki: la casa nipponica sta promuovendo una nuova campagna di richiamo, che coinvolgerà circa 280mila autovetture. In una nota recentemente pubblicata, la Suzuki ha spiegato che verranno richiamati gli esemplari prodotti fa maggio 2007 e settembre 2009, ossia oltre 91.600 Suzuki (vendute in Giappone) e altre 192 mila vetture immatricolate all’estero. Dunque ci potrebbero essere coinvolti anche alcuni acquirenti italiani: le vetture importate all’estero sono la Swift, la SX4, la MR Wagon, la Cervo e la Moco, ma non tutti sono arrivati in Italia. Il problema riscontrato dai tecnici Suzuki riguarda gli specchi retrovisori esterni: pare infatti che a causa di un errore nel montaggio, possono allentarsi le viti, provocando la perdita dello specchietto durante la guida. Nessun incidente è stato associato a questa disfunzione, ma circa un centinaio di giapponesi si sono rivolti al Ministero dei Trasporti per segnalare questa anomalia. Classica la procedura di richiamo: tutti i possessori delle vetture che rientrano negli esemplari prodotti fa maggio 2007 e settembre 2009, verranno contattati ed invitati nei centri assistenza Suzuki per la riparazione o la sostituzione gratuita dello specchietto.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.