Immatricolazioni, a marzo nuovo segno più

mercatoautoContinua il trend positivo del mercato dell’auto in Italia. Per il terzo mese consecutivo, il dato delle immatricolazioni si è chiuso con un saldo positivo: +5% rispetto al mese di marzo 2013. Il primo trimestre del 2014 si conferma dunque positivo, con una crescita totale del +5.8% rispetto al primo trimestre 2013. Ma i dati vanno analizzati con attenzione, come spiega il presidente dell’UNRAE, Massimo Nordio. “Questo dato conferma che per le famiglie italiane la mobilità individuale è ancora un bene eccessivamente oneroso” evidenzia Nordio, spiegando che la maggior parte delle vendite è dovuta alle società di noleggio. Infatti la quota di mercato dei privati continua a ridursi, adesso è scesa al 58%. A marzo infatti sono state immatricolate 139.337 vetture, di queste il 26.9% è stato consegnato agli autonoleggi, mentre, come già anticipato, la quota dei privati scende al 58%, nuovo minimo storico. Per quanto riguarda la tipologia di vettura venduta, cresce la vendita del diesel (+9.9%), benzina (5.2%) ma sopratutto c’è un vero e proprio boom delle auto ibride ed elettriche: le vendite di queste due tipologie di auto crescono infatti del +47.7% e +266.7%; male GPL e Metano, che perdono terreno (-11.7% per le GPL e  – 23.1% per le vetture a metano). Roberto Vavassori, presidente dell’Anfia, ha sottolineato come, nonostante il trend positivo, si sia ancora molto lontani dai volumi di vendita realmente positivi. “Gli attuali volumi di vendita sono ancora distanti da quelli fisiologici per il mercato italiano” spiega, supportato anche da Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto. “Il risultato di marzo non può essere letto come una ripresa, è vero il contrario: siamo in piena stagnazione”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.