Il Museo dell’Automobile di Torino riapre il 19 marzo

Dopo quattro lunghi anni di lavori e di investimenti (per una spesa complessiva di 33 milioni di euro), Torino può finalmente abbracciare il Museo Nazionale dell’Automobile. Verrà riaperto sabato 19 marzo, con l’inaugurazione a carico del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a partire da domenica 20 il Museo sarà a disposizione del pubblico. Grande soddisfazione da parte degli appassionati e dei cittadini di Torino, che finalmente potranno visitare questo museo completamente rimesso a nuovo, per un totale di 19.000 metri quadrati di esposizione. Il progetto di restyling è stato curato da Cino Zucchi, lo stesso architetto che ha curato l’area Alfa Romeo-Portello a Milano. Il museo si trova in Corso Unità d’Italia, vicino al Lingotto, gli interni dell’opera sono stati curati da François Confino, che aveva già curato il Museo Nazionale del Cinema di Torino. E’ una vera chicca per gli appassionati d’auto: potrete amminare  200 automobili originali di 85 marche, vetture provenienti da otto paesi importanti come Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Olanda, Spagna, Polonia e Stati Uniti, per una fascia storica compresa fra il 1769 e il 1996. Non solo auto: anche uno spazio per congressi ed eventi, un centro didattico, bookshop, caffetteria e ristorante. Il luogo sarà fruibile ad orari molto variabili, il biglietto ha un costo che varia dai 6 euro del prezzo ridotto fino agli 8 euro del biglietto intero, per qualsiasi ulteriore informazione vi consigliamo di visitare il sito ufficiale del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, disponibile a questo link.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.