Fiat, trattativa per la produzione del Ducato in Russia

fiat_logoAgosto “caldo” per Fiat. L’azienda del Lingotto infatti è in trattative con Renault e MosavtoZil per produrre il Fiat Ducato in Russia, proprio negli stabilimenti della Zil. La notizia è stata data da un giornale russo, ma il gruppo Fiat non ha voluto commentare, nascondendosi dietro un classico “no comment”. Più loquaci i vertici di MosavtoZil, in particolare il direttore generale di MosavtoZil, Igor Kulgan. ”Stiamo conducendo delle trattative, ma è prematuro parlare di un accordo per il momento. Annunceremo tutto nel mese di settembre, probabilmente a fine agosto” ha spiegato Kulgan al quotidiano russo. L’idea della Fiat è piuttosto semplice: prendere campo anche in Russia. Il mercato dell’auto russo infatti è in grande ascesa, alcuni analisti sono del parere che nel giro di alcuni anni, probabilmente entro il 2020, il mercato dell’auto in Russia potrebbe essere il primo a livello europeo. Un’occasione da non perdere dunque per Fiat, che al momento avrebbe firmato un accordo preliminare con Renault e MosavtoZil, in attesa dell’accordo definitivo. Zil attualmente produce camion e motori, mentre era salita alla ribalta molti anni fa, in epoca sovietica, per la produzione di auto destinate ai dirigenti del partito comunista. Tornando all’affare Fiat – Russia, l’idea del Lingotto è quella di produrre inizialmente il Fiat Ducato, ma probabilmente la produzione poi potrebbe coinvolgere altri modelli Fiat.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.