Fiat 500L, ritardo alla produzione, debutto rinviato al 2013?

Potrebbe esserci una spiacevole notizia in casa Fiat. I lavori nello stabilimento di Kragujevac, in Serbia, sono molto indietro: ciò significa che potrebbero non essere rispettati i tempi per l’avvio della produzione della nuova Fiat 500 L. La notizia non è stata ancora confermata ufficialmente dai vertici del Lingotto, ma sono tante le voci che sembrerebbero confermare questo rumor, molte anche da ambienti vicini dallo stabilimento serbo. Lo stabilimento di Kragujevac era stato presentato in pompa magna dal primo ministro della Repubblica Serba, Mirko Cvetkovic, e dall’a.d. Fiat, Sergio Marchionne, negli scorsi mesi, presentato come uno dei fiori all’occhiello dell’azienda automobilistica italiana. La Fiat 500 L era stata presentata in grande stile da Fiat in occasione del Salone di Ginevra, nello scorso marzo: l’idea dei vertici del Lingotto era quella di lanciare la vettura a settembre, con l’avvio della produzione in estate, più precisamente a luglio. Una vettura che probabilmente poteva suggerire un tentativo di rilancio di Fiat all’interno del mercato dell’auto italiano, sempre più depresso e con dati di vendita piuttosto negativi. Invece sono sorti de problemi: pare infatti che i lavori per le linee di montaggio siano andati molto a rilento. Per questo motivo non sarà possibile avviare la produzione della Fiat 500 L entro luglio, ma ci vorrà qualche mese in più. Ciò provocherà lo slittamento del lancio della vettura: la Fiat 500 L a questo punto potrebbe essere immessa sul mercato nei primi mesi del 2013.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.