Fiat 500: alla fine del 2010 partirà la produzione del motore in USA

fiat-500Alla fine del 2010 la Fiat 500 sbarcherà finalmente negli Stati Uniti. Sergio Marchionne ha presentato ufficialmente ad Auburn l’operazione che mette sul piatto 179 milioni di dollari d’investimento da parte di Chrysler per produrre in Michigan i motori per la Fiat 500. Si prevede l’avvio della produzione del propulsore Fire 1,4 litri con 100 cavalli di potenza e tecnologia MultiAir nello stabilimento di Dundee per il quarto trimestre del 2010. In ogni caso la Fiat 500 sarà prodotta in Messico, e come mercati di destinazione avrà gli USA e il Sudamerica.

[ad]

Marchionne ha affermato che si tratta di un passo importante per l’alleanza strategica Fiat – Chrysler, confermando che i prossimi due anni saranno decisivi per il piano di rilancio di Chrysler e per la ricostruzione del marchio.

Dopo l’interesse Cinese, subito smentito, ecco spuntare la pista Indiana per lo stabilimento siciliano di Termini Imerese. La manifestazione d’interesse arriva da due colossi come Tata e Mahindra & Mahindra. Il numero uno del gruppo Tata, Ratan Tata, fa parte del consiglio d’amministrazione di Fiat, dunque non è una nuova conoscenza del gruppo Torinese. È da sottolineare come il colosso indiano si sia messo in luce nei mesi scorsi per la conquista di marchi storici come Jaguar e Land Rover. Dopo alcuni mesi in rosso, lo scorso settembre Tata Motors è tornato all’utile e si appresta a diventare un grande protagonista nella scena mondiale. Intanto il ministro Scajola ha specificato di non essere al corrente di alcuna trattativa per lo stabilimento siciliano. Ora c’è solo da aspettare il piano industriale di Fiat, la cui presentazione è prevista per il 22 dicembre.

Giuseppe Raso

About Redazione 291 Articoli
Articoli scritti a più mani dalla redazione di Motoeauto.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.