Federauto attacca: “Alleggerire pressione fiscale per chi acquista auto”

mercato_autoI dati degli ultimi giorni hanno esaurito il tiepido ottimismo dei primi mesi del 2014. Il mercato dell’auto in Italia è tornato a scendere, in controtendenza rispetto ai dati europei: in particolare, l’Italia è l’unico dei cinque grandi mercati europei che ha chiuso il mese di maggio in negativo. Un dato da tenere in considerazione, come spiega il numero uno di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi, che prova a fare il punto del mercato dell’auto in Italia. “Dei cinque grandi mercati europei: Germania, Spagna, Francia, Regno Unito, solo l’Italia a maggio chiude con un risultato negativo. Questo, a nostro avviso, è in linea con quello che sta accadendo negli ultimi anni. Ossia che siamo diventati l’ultima ruota del carro” attacca il presidente di Federauto. Gli ultimi governi hanno spremuto all’osso l’automobilista: troppe tasse, alcune sono anche state aumentate nel corso degli ultimi anni, da Federauto arriva un grido d’allarme ed una richiesta: basta tasse. “E’ il momento di alleggerire la pressione fiscale per chi acquista e utilizza gli autoveicoli. Chiediamo quindi al Governo Renzi di affrontare i problemi degli autoveicoli nel tavolo previsto al MISE lunedì prossimo, e di sospendere nel frattempo ogni decisione che possa impattare negativamente sugli automobilisti e sugli autoveicoli” spiega Filippo Pavan Bernacchi. Le motivazioni di Bernacchi sembrano assolutamente corrette: riuscirà il Governo a mettere da parte alcune risorse per far ripartire il mercato dell’auto?

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.