Carburanti, sciopero il 18 giugno: ecco le modalità

benzinaLe associazioni sindacali dei benzinai hanno deciso una nuova agitazione: una protesta dettata dagli alti costi che vengono imposti dalle compagnie petrolifere, ma più in generale anche per sottolineare l’indifferenza delle istituzioni. Lo sciopero è stato proclamato da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio per la giornata del 18 giugno, per quanto riguarda la modalità servito, mentre sarà più lungo, dal 14 al 17 giugno, per quanto riguarda il self service. In una nota, le sigle sindacali hanno esposto le motivazioni di questo sciopero: in prima istanza c’è un attacco alla politica, troppo assente sul tema del caro carburanti, tranne in occasione dell’aumento delle accise. In secondo luogo, si parla del comportamento delle compagnie petrolifere. “Le compagnie petrolifere, forti del vincolo di fornitura in esclusiva, continuano ad imporre unilateralmente ed arbitrariamente ai gestori prezzi con tutta evidenza fuori mercato e comunque molto più alti di quelli praticati da un ristretto numero di impianti, cosiddetti ‘no logo’ o posti in prossimità dei supermercati, che pure vengono riforniti dalle medesime compagnie petrolifere” si legge nel comunicato. Una situazione diventata sempre più insostenibile per i gestori degli impianti di rifornimento, che dunque hanno deciso di passare al contrattacco, con la proclamazione dello sciopero. Ma come sarà articolata questa agitazione? Si parte sabato 14 giugno: dalle ore 7.00 del 14 giugno alle ore 19.30 del 17 giugno, verrà interrotta la vendita dei self service, inoltre verrà oscurato il prezzo scontato. Discorso diverso per quanto riguarda la modalità servito: lo sciopero qui è stato indetto dalle ore 19.30 del 17 giugno, alle ore 7.00 del 19 giugno, l’agitazione coinvolgerà tutta la rete ordinaria. Ci sarà inoltre una protesta supplementare: dalle ore 24.00 del 21 giugno, alle ore 24.00 del 28 giugno, non sarà accettato alcun pagamento elettronico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.