Carburanti, gli italiani lasciano le auto a casa

Abbiamo affrontato più volte il tema dei rincari del prezzo dei carburanti in Italia: un rincaro dovuto sopratutto a questioni di tassazione, dunque puramente italiane, che incidono sul costo finale di un litro di carburanti del 52%. Questa corsa ai rincari, ha prodotto una reazione che non si credeva possibile: gli italiani stanno abbandonando l’auto. Sono sempre di più infatti gli italiani che lasciano l’auto in garage (Per approfondimenti su Garage e porte basculanti visitare portagarage.org), favorendo così un abbassamento dell’inquinamento atmosferico e del traffico. Aumenta la quota degli italiani che utilizza i mezzi pubblici in sostituzione dei mezzi privati: a Milano e Roma, giusto per fare due esempi, c’è stato un vero e proprio boom degli abbonamenti, che consentono l’utilizzo di bus e metropolitane. Un boom che si è riscontrato anche in altre regioni, spesso per motivi di convenienza: il prezzo del biglietto singolo infatti è sempre più alto, scoraggiando l’acquisto e favorendo la richiesta per un abbonamento mensile o annuale. Ma non tutti i cittadini purtroppo possono spostarsi con i mezzi, dunque restano in tanti gli italiani che si muovono in auto all’interno delle città. Sorprende inoltre come sempre più italiani decidano di abbandonare i mezzi e l’auto, a favore di un movimento a zero emissioni: secondo alcuni dati, ci sarebbe un aumento piuttosto importante delle persone che si muovono in bici o a piedi. Un modo di muoversi che adesso viene favorito dall’arrivo della primavera, dunque dalle belle giornate e da temperature piuttosto miti.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.