Carburante, incontro Ministero-benzinai: lo scioperò ci sarà

benzinaE’ andato a vuoto l’ultimo incontro che si è tenuto al Ministero dello Sviluppo Economico: il tavolo, concordato dalle sigle sindacali dei distributori di benzina e i responsabili del Ministero, non è andato a buon fine. Nonostante l’impegno del Governo per risolvere la situazione nelle prossime settimane, le sigle sindacali Faib, Fegica, Figisc hanno confermato lo sciopero dei benzinai che si terrà dal 14 al 18 per i self service e nella giornata del 18 giugno per gli impianti in modalità servito. Nei giorni scorsi, il comunicato delle tre sigle sindacali era stato abbastanza chiaro: “politica e istituzioni si limitano ad occuparsi di benzina solo per aumentarne sistematicamente le accise”, questo l’incipit della nota pubblicata dalle tre sigle sindacali. Faib, Fegica, Figisc continuano a chiedere maggiore attenzione sul problema del mercato di distribuzione dei carburanti: servono leggi nuove, che possano sbloccare la concorrenza dei prezzi, garantendo sempre la correttezza della stessa concorrenza. In tal senso, c’è stata un’apertura da parte del viceministro allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti. “L’obiettivo è una riforma complessiva del settore, su cui credo sia ora di metterci le mani. Noi vogliamo procedere alla riforma: già dalla prossima settimana cominceranno i primi incontri” ha puntualizzato De Vincenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.