British Petroleum: “Riserve mondiali petrolio sufficienti fino al 2067”

INDIA-ECONOMY-OILChe benzina e diesel non fossero infiniti, lo sapevamo già. A ricordarcelo però è stata la British Petroleum che ha stimato la possibile durata delle riserve mondiali di petrolio: secondo questi calcoli, sarà possibile utilizzare benzina, gpl e diesel per altri 53 anni. Stop alle riserve di petrolio a partire dal 2067 dunque, anche a causa dell’aumento dei consumi globali del 2013: lo scorso anno i consumi sono cresciuti del +1.3%, mentre la produzione è cresciuta solamente del +0.6%, una crescita inferiore ai consumi dunque. La ricerca effettuata dalla British Petroleum ha mostrato alcuni dati piuttosto interessanti, in particolare quelli relativi ai consumi. Secondo la 63esima “Statistical Review of World Energy”, il Paese che ha consumato più petrolio nel 2013 sono gli Stati Uniti che per la prima volta dal 1999 hanno superato la Cina, che si è fermata a 390 mila barili, contro i 400 mila barili di petrolio al giorno degli States. La “Statistical Review of World Energy” ha poi un approfondimento sulle scorte di petrolio e sulla loro localizzazione: le riserve di petrolio più numerose sono in Russia (900 milioni di barili) e Venezuela (800 milioni di barili). Gli ultimi dieci anni hanno visto un aumento delle scorte di petrolio pari al 27%, con 350 miliardi di barili in più rispetto a dieci anni fa. Chiusura con un aspetto molto importante: il costo. Il prezzo del barile di petrolio è rimasto sopra i 100 dollari negli ultimi tre anni, ma nel 2012 ha visto una leggera diminuzione di 3 dollari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.