Audi acquista Ducati: affare da 860 milioni di euro

Manca solo l’ufficialità, ma l’azienda italiana Ducati sta per passare nelle mani del gruppo tedesco Audi. E’ questo l’epilogo di una lunga ricerca, una trattativa che è durata quasi sei mesi, fra il patron dell’azienda tedesca ed il fondo Investindustrial di Andrea Bonomi, che deteneva il 100% dell’azienda di Borgo Panigale. Ducati finirà dunque sotto il controllo diretto dell’Audi, o per meglio dire della Volkswagen, che finalmente debutta nel mondo delle due ruote. In realtà Andrea Bonomi non era intenzionato a cedere l’intera azienda, ma cercava solo un buon partner a cui cedere una parte delle quote: Audi ha fiutato l’affare ed ha subito spinto per un accordo che prevedesse l’intera cessione del pacchetto azionario di Ducati. Dopo una estenuante trattativa, durata sei mesi, i tedeschi sono riusciti a mettere le mani sul gruppo Ducati. Un accordo molto importante, si vocifera infatti che l’offerta Audi corrisponda a 860 milioni di euro, compreso il pagamento dei debiti di Ducati, pari a 200 milioni di euro circa. Il marchio Ducati resterà comunque indipendente, Audi contribuirà allo sviluppo dell’azienda, con assistenza e supporto alle tecnologie. Rassicurazione per i lavoratori Ducati: la base operativa resterà in Italia, dunque non c’è nessun problema per i tanti lavoratori italiani, impauriti dalla possibilità che potesse essere dimessa la fabbrica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.