Anche la Nissan ha un’auto elettrica

nissan_rooxDopo l’elettrica futuristica Land Gilder, la Nissan ha presentato al salone internazionale di Tokyo un’altra stravagante concept. Il suo nome è Roox, si tratta di una microcar pensata per l’uso cittadino nelle grandi metropoli e dall’aspetto sembra essere uscita direttamente da un quadro cubista. Le sue forme sono così spiccatamente geometriche e squadrate che, quasi a violare le leggi dell’aerodinamica, le fanno prendere le sembianze di un vero e proprio cubo. Sembra quasi sia stato usato un righello per disegnarla. E’ un design che sicuramente il mercato giapponese apprezza (come ad esempio la Daihatsu Materia), ma da noi può incontrare successo solo da una parte di appassionati.

[ad]

Le dimensioni sono estremamente ridotte: 3,395 metri di lunghezza, 1,475 metri di larghezza e 1,735 metri di altezza. Nonostante le sue dimensioni compatte, la Roox cela un’inaspettata abitabilità grazie ad un passo di 2,08 metri. Gli sportelli posteriori scorrevoli facilitano l’accesso all’abitacolo, aiutato anche dalla presenza di due “gradini” posteriori e dalla ridotta altezza da terra, per favorire la salita e la discesa dei passeggeri dalla vettura.

La caratteristica principale della citycar è la modulabilità dei sedili, i quali possono essere appiattiti completamente aumentando così la capacità di carico. Infatti, come quasi la maggior parte delle utilitarie, la capacità di carico è molto ridotta, prediligendo lo spazio per i passeggeri. La Roox riesce ad ospitare comodamente 4 passeggeri.

Gli interni offrono numerosi portaoggetti dislocati in tutta la vettura. E’ possibile trovarne anche sotto i sedili anteriori, e il portaoggetti presente nel cruscotto può essere trasformato in un piccolo frigo bar. Tra le dotazioni anche il climatizzatore, che ormai non manca su nessuna automobile.

La Casa nipponica suppone una probabile sua commercializzazione già nel 2010, anche se non si sa se verrà esportata sul “nostro” mercato.

About Redazione 291 Articoli
Articoli scritti a più mani dalla redazione di Motoeauto.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.